Il Media Designer

Un Architetto dei Media Contemporanei

Il Media Designer: un architetto, narratore, archivista

Di cosa si occupa il Media Designer, uno dei più interessanti sbocchi professionali del nostro Triennio in Media Design e Arti Mediali?

Nel nuovo millennio la tecnologia è diventata una componente inscindibile di ogni progettualità, sia creativa che industriale. I media sono gli strumenti di questa rivoluzione e implicano una complessità che le professioni tradizionali sembrano non essere in grado di gestire. È così una nuova figura, preparata a comprendere quali influenze, tendenze, specificità si accompagnino ad ogni tecnologia e media, quella in grado di supportare il mondo della creatività,  delle aziende e dell’arte in questa nuova galassia mediatica.

Si tratta della figura professionale del Media Designer, un professionista del mondo dei supporti della comunicazione, delle tecnologie creative, dei mondi delle narrazioni virtuali, e delle nuove forme di azione mediate dalle reti.

Strade professionali

Accanto al tradizionale mercato del Film & Video, la rete ha aperto, per la figura del Media Designer, almeno altre due fondamentali strade professionali, in grande crescita e spesso intersecate tra loro:

1) Da una parte il mercato della produzione di video e di contenuti di intrattenimento online, che cresce di quasi il 50% annuo, continuando a richiedere nuove figure professionali sofisticate, in grado di realizzare audiovisivi di ogni tipologia: dalle web-series ai video archivi, dai webdoc al video istituzionale, dai docureality alla fiction, fino alle animazioni digitali e ai contenuti interattivi per web e app.

2) Dall’altro aziende il cui core-business non è direttamente quello della produzione di media, ma che necessitano ogni giorno di più di Media Designer interni, in grado di:

  • progettare e implementare una comunicazione audiovisiva e multimediale delle aziende stesse, sia per uso interno che per uso esterno;

  • concepire e realizzare narrative complesse e multimediali dei prodotti, stimolare l’engagement dell’audience di mercato delle aziende, concependo la comunicazione digitale come un processo aperto, continuamente soggetto a ottimizzazione;

  • pensare quindi i prodotti audiovisivi e multimediali nel senso dei nuovi media, conoscendo approfonditamente le strutture di funzionamento delle piattaforme digitali, costruendo una comunicazione e un’arte in grado di autotrasmettersi e moltiplicarsi attraverso la viralità dei social network e logiche cross-mediali;

  • realizzare e gestire, all’interno delle aziende, un’archivio audiovisivo e tecnologico al passo con i tempi;

  • partecipare alla ricerca e allo sviluppo interni all’azienda, alle strategie di intelligence e alla continua innovazione aziendale.

PRENOTA UN COLLOQUIO O CHIEDI INFORMAZIONI

Accetto l’informativa per il trattamento dei dati personali*

Media Designer: tra arte e innovazione

Il Media Designer è così il perno di un processo di innovazione, di ricerca  e di sviluppo aziendale, dello sviluppo e del lancio di nuovi prodotti, della gestione e dell’implementazione di nuove linee di comunicazione nel mondo digitale.

Una figura in grado di agire sia a livello aziendale che a livello creativo artistico: un nuovo architetto, narratore, archivista del contemporaneo, un interprete attivo e fondamentale delle transizioni del nuovo millennio.

Il Media Designer è così una figura che può scegliere doppiamente, se orientarsi in campo artistico e creativo, sviluppando una propria carriera nel cinema, nelle televisioni, nel mondo dei videogiochi e nelle arti visive, oppure entrare nel mondo dell’innovazione aziendale, come figura di intemediazione e implicazione delle nuove tecnologie globali della comunicazione, del lavoro condiviso, della progettualità dell’innovazione attraveso la cross-fertilization con le nuove tecnologie.

Il Media Designer può quindi declinare la propria professionalità come:

  • regista; regista di videogiochi;
  • critico cinematografico;
  • autore lineare; autore multimediale; autore di news; autore di web-series; operatore;
  • responsabile media; autore di campagne video virali on line;
  • archivista; documentarista;
  • artista visivo; artista multimediale.

Il Media Designer può lavorare in gruppi deputati alla ricerca e sviluppo aziendale e può sviluppare progetti propri, consapevole delle logiche di innovazione del contemporaneo.

# Se ogni individuo è un’opera d’arte allora ogni professionalità è il risultato di questa dimensione artistica.