AMFAV, in poche semplici risposte

AMFAV: Domande e risposte

Cos’è AMFAV?

L’Accademia Media Film e Arti Visive (AMFAV) è un’Accademia con sede a Roma, deputata alla ricerca e all’insegnamento delle Nuove Tecnologie per l’Arte.

Perché nasce?

Il progetto formativo è il risultato dell’esperienza decennale dei fondatori di AMFAV nell’alta formazione delle Nuove Tecnologie dell’Arte, del Film, dei Media, dei New Media e delle Arti Visive.

L’esperienza di prototipizzazione e di sviluppo del primo corso in Italia di Nuove Tecnologie dell’Arte è stato un successo per numero di studenti, riconoscimento accademico, nazionale e internazionale, e numero di premi. Il nuovo corso di Media, Film & Arti Visive AMFAV si pone come ideale proseguimento, miglioramento e potenziamento di questa esperienza.

Cosa fa AMFAV?

L’Accademia Media, Film e Arti Visive colma il bisogno di alta formazione nelle Nuove Tecnologie per l’Arte nel centro Italia, e in particolare su Roma. AMFAV forma registi, autori multimediali, operatori e montatori, media designer, animatori digitali, autori e registi di videogiochi, artisti visivi, e ancor prima degli attenti conoscitori dei media, delle loro caratteristiche, dei loro linguaggi.

Cosa sono le Nuove Tecnologie per l’Arte?

Si tratta di un ambito disciplinare previsto dal MIUR, per le Accademie di Belle Arti. I Diplomi in Nuove Tecnologie per l’Arte hanno l’obbiettivo di assicurare un’adeguata padronanza dei metodi e delle tecniche nell’ambito della ricerca artistica, praticata tramite l’uso delle nuove tecnologie mediali della comunicazione.

Qual è l’offerta formativa di AMFAV?

L’Accademia propone un corso Triennale in Media, Film e Arti Visive, con tre possibili indirizzi: cinema/film, animazione e videogame, arti visive.

Quali sono le peculiarità del Triennio AMFAV?

La proposta di AMFAV si distingue innanzitutto per un network di docenti di eccellenza, composto esclusivamente da player di successo, leader delle loro aree. Durante il Triennio gli studenti avranno la possibilità di lavorare non solo sull’acquisizione delle professionalità necessarie a entrare nel mondo del lavoro, ma anche sull’elaborazione di una personale ricerca. Il Triennio offrirà inoltre uno specifico focus sui nuovi media, sulle forme di trasmissione, fruizione e riproduzione, consentendo agli studenti di iniziare da subito a pensare le loro produzioni in continuità con le esigenze e le dinamiche dei canali più innovativi e contemporanei.

Cosa significa alta formazione di eccellenza?

In uno scenario caratterizzato da un’offerta di massa, l’Accademia di Media Film & Arti Visive fa proprio uno sguardo votato all’eccellenza. Per questo AMFAV sceglie la qualità assoluta del percorso didattico, del corpo docente, dei progetti. Il corpo docente di AMFAV è selezionato tra le migliori eccellenze delle discipline, del pensiero progettuale-critico e del mondo del lavoro. Qualità del corpo docente vuole dire qualità del network di inserimento nel mondo del lavoro.

Quali vantaggi mi dà studiare presso AMFAV?

Quello di AMFAV è un progetto votato alla qualità della didattica,del percorso formativo e dell’inserimento lavorativo. L’Accademia è tra quelle che reinvestono in misura maggiore i loro utili (circa il 30%) nella didattica, guardando al continuo miglioramento dell’offerta. AMFAV è inoltre pensato come un moderno Bauhaus, in cui la formazione è costruita sulle reali esigenze dello studente, sia in entrata, corso di studio ad hoc, che in uscita, stage/tirocinio e inserimento nel mondo del lavoro.

Cosa significa che AMFAV mette a disposizione un network unico di docenti e di rapporti professionali?

Il corpo docente di AMFAV è costituito solo da docenti e professionisti di caratura internazionale, molti dei quali hanno ricevuto per i loro lavori riconoscimenti importanti e reali. Studiare con loro significa da una parte apprendere i segreti del mestiere dai migliori docenti sulla piazza, e dall’altra fare ingresso in una rete di collaborazioni professionali indispensabile per inserirsi e muovere i primi passi, una volta concluso il Triennio, nel mondo del lavoro.

Studiare in AMFAV mi dà anche vantaggi economici?

Sì. Perché AMFAV è tra le Accademie di alta formazione con la rata più competitiva su Roma, inoltre la sua collocazione nella Capitale permette a chi investe sulla formazione propria o altrui di risparmiare circa il 15-30% sui costi della vita rispetto ad altre città del Centro-Nord e Nord Italia. Il risparmio si traduce praticamente nel pagamento della retta ccademica.

Cosa potrò fare una volta concluso il Triennio AMFAV?

Il percorso formativo AMFAV forma una figura poliedrica in grado, già dopo 3 anni di studio, di declinare la propria professionalità come: regista; regista di videogiochi; critico cinematografico; autore lineare; autore multimediale; autore di news; autore di web-series; operatore; montatore; responsabile media; autore di campagne virali on line; archivista; documentarista; artista visivo; artista multimediale.

Quando si svolgono le lezioni?

Il corso ha una durata di 3 anni accademici e prevede una frequenza obbligatoria dal Lunedì al Venerdì.

Quali sono i requisiti di ammissione?

Per essere ammessi al nuovo Triennio di Media, Film e Arte occorre essere in possesso di un Diploma di Scuola Secondaria Superiore o di altro Titolo di studio equivalente conseguito all’estero. Ogni caso differente sarà vagliato dalla Direzione Didattica e dalla Segreteria Didattica.

Quali sono i costi dell’Accademia?

Per informazioni su costi potete contattare i nostri uffici all’indirizzo info@amfav.it o al numero 066868169.

Quali sono le procedure di ammissione?

Chi ha conseguito un Diploma di Maturità artistica, o un Diploma di Maturità d’arte applicata, o una Licenza di istituto d’arte, o il Diploma di un Liceo Artistico sperimentale può iscriversi direttamente senza sostenere la prova d’accesso. I rimanenti diplomati, per essere ammessi al Triennio AMFAV, dovranno svolgere un colloquio di ammissione con la Direzione Didattica.

Tutti gli altri casi sono subordinati a un colloquio e prova con la Direzione Didattica e una rappresentanza del collegio dei docenti.